Lettera al Ministro dello Sviluppo Economico

Federcanapa insieme a molte altre importati associazioni e realtà economiche della Canapa Industriale, ha inviato una lettera all’On. Luigi Di Maio, vicepremier e Ministro dello Sviluppo Economico. La lettera inoltrata il 13 maggio dall’avvocato Giacomo Bulleri (componente del Direttivo di Federcanapa) sottolinea come la Legge n. 242/2016 preveda una filiera, […]


EXPO CANAPA SUD

EXPOCANAPASUD è l’unico evento che, all’interno del salone nazionale CamBIOvita Expo, porta al Sud i profumi, i sapori e le molteplici applicazioni, dal settore Grow, alla Canapa Industriale e Medica. EXPO CANAPA SUD è la celebrazione della pianta per eccellenza sinonimo di forza, resistenza, buona salute, rispetto per l’ambiente e […]


Lettera al Direttore del Corriere Della Sera

Riportiamo di seguito la lettera del Presidente di Federcanapa Giuseppe Croce, in risposta all’articolo sui dolci alla cannabis, comparso sul Corriere Della Sera nell’edizione del 14 aprile 2019 a firma di Giuseppe Remuzzi.  


Comunicato Stampa di Federcanapa del 12 aprile 2019

Riportiamo il CS di Federcanapa del 12.04.2019 in merito all’articolo pubblicato in data 09/04/2019 sul Corriere della Sera, dal titolo “Cannabis shop a rischio di chiusura, attesa della sentenza finale della Cassazione” COMUNICATO STAMPA  


THC<0,3% | Un passo avanti per la canapicoltura in UE

EIHA: Oggi l’UE ha deciso che nelle aree utilizzate per la produzione di canapa industriale sono ammissibili varietà che hanno un contenuto di THC non superiore a 0,3% invece dello 0,2% Grazie al lavoro stretto tra Federcanapa e EIHA abbiamo ottenuto un importante obiettivo che apre grandi opportunità al settore. […]


Canapa e Novel Food

Appello alle Istituzioni nazionali | Documento mandato a Ministeri competenti e Parlamentari
L’Unione Europea, ha previsto di togliere il CBD dall’elenco dei cosmentici, e di inserire la Cannabis, CBD e cannabinoidi in genere (compresi gli estratti), nell’elenco del novel food, ossia quei nuovi alimenti che necessitano di un iter autorizzativo lungo e molto cotoso, alla portata di solo poche multinazionali.